Il fuoco di Allah

Spy Story.
Edito da Spring, Caserta

Gli Stati Uniti ed i loro alleati hanno condotto un’azione di guerra contro l’Afghanistan e l’Irak alla ricerca di armi di distruzione di massa mai individuate e recuperate. L’attuale presidente dell’Iran dichiara apertamente l’obiettivo di cancellare Israele dalle mappe geografiche e procede nel piano nucleare di arricchimento dell’uranio, senza che la comunità internazionale intervenga con fermezza a contrastarlo. Che cosa si nasconde dietro questa opposta ed incomprensibile strategia dell’Occidente? Il docente universitario Manfredi Dall’Orso, al fianco dell’ispettrice Paola Ferrari, si troverà ad indagare sulla scomparsa di uno storico e sull’omicidio della sua compagna che, apparentemente, nulla hanno a che fare con la guerra segreta al terrorismo islamico. Il ritrovamento di un codice segreto, nascosto in una musica registrata e rinvenuta nei covi di Al Qaeda, condurrà i due investigatori a scoprire i piani della Jihad, che paiono confermare le profezie dell’Apocalisse.
«Tutto avrà inizio ad ottanta chilometri a Nord di Gerusalemme, nella parte occidentale della Piana di Esdraèlon, in quella che è conosciuta come la Valle di Meghiddo. Numerose furono le battaglie combattute in quel luogo ai tempi dell’Antico Testamento e là, ai piedi del monte che sovrasta la Valle, sarà combattuta l’ultima. In ebraico il Monte Meghiddo è detto Har Megiddon, ma noi lo conosciamo con un altro nome, terribile e profetico: Harmaghedon!».